@ Contattaci
Homepage
I nostri servizi
Novità


vert22.jpg
Bocchi fiori   
top7.jpg
Schede

La Protea

La Protea, simbolo nazionale Sudafricano, è un appellativo riferibile a qualunque fiore appartenente alla famiglia delle Proteacee (circa 1400). Il primo criterio di classificazione è appunto legato all’osservazione della forma stessa del fiore assolutamente caratteristico ed inconfondibile. Altro elemento particolare è che il fusto di questa particolare famiglia è legnoso e particolarmente resistente e lontano dalla tipologia di gambo classico.

Il nome come facilmente intuibile deriva da Proteo, dio greco marino capace di cambiare aspetto all’occorrenza. La Protea classica, raffigurata nell’immagine qui a fianco è infatti un prodigio per gli occhi nello svolgersi della sua apertura definitiva. Da un aspetto iniziale nel quale sembra un carciofo dalle sembianze strane (l’appellativo botanico è infatti "Protea Cynaroides" ), svela progressivamente i suoi intensi colori per aprirsi del tutto ed apparire lontana parente del suo aspetto primordiale.

Lo sviluppo commerciale della Protea ebbe inizio attorno agli anni ’60, grazie alle prime sperimentazioni di coltivazione situate in California. Il clima mite di questa zona e le numerose aziende locali ne hanno fatto oggi il maggior centro di produzione mondiale. Il Sudafrica è il suo habitat naturale, la sua presenza è endemica e rinvenibile quasi ovunque allo stato selvatico, tanto da meritarsi l’appellativo di "Regina del Sudafrica" e comparire persino sulle banconote nazionali. Bisogna sottolineare che non tutte le specie conosciute siano rinvenibili sul mercato internazionale, per ragioni di preservazione ambientale o per difficoltà di riproduzione su vasta scala. L’esistenza di questa varietà botanica è tra le più antiche che si conosca, probabilmente già presente all’epoca dei dinosauri. E’ accertata la presenza della Protea già 300 milioni di anni fa! La deriva dei continenti ne ha propagato il seme, che ha trovato terreno fertile anche in Sudamerica e Australia soprattutto. Tra le specie sudafricane maggiormente conosciute ci sono anche il Leucadendron e il Leucospermum, in Australia la Banksia.

La durata e le dimensioni del fiore reciso, il suo fantastico mutamento e l’utilizzo di pochi elementi da accostare, fanno della Protea uno dei fiori maggiormente apprezzati dalla moderna tecnica compositiva altresì definita come "minimalista".Un vaso trasparente e basso, qualche ciottolo o elemento legnoso, una foglia particolare ed una semplice Protea adagiata all’interno costituisce già una magnifica composizione.



 

  www.bocchifiori.it   ROMA
Corso Vittorio Emanuele, 136 00196 - Tel. 06.68890931 - fax 06.68892569
info@bocchifiori.it